DOTT.SSA MARA FANTONE

Demenze

 

La Demenza è un disturbo che compromette le funzioni cerebrali e intellettive precedentemente acquisite e apprese (memoria, linguaggio, ragionamento e capacità critica, orientamento spazio-temporale, coscienza ecc.).

È un disturbo molto diffuso fra la popolazione anziana, soprattutto oltre gli 85 anni, ma esistono diversi tipi di Demenza che sono determinati da cause diverse – o meglio – da una combinazione di fattori differenti che interagiscono fra loro. Nel caso dell'Alzheimer – ad esempio – la causa principale è l'età, ma anche la predisposizione familiare e la predisposizione genetica. Nel caso della Demenza Vascolare: ipertensione, infarto del miocardo, diabete, malattie coronariche ecc., mentre si escludono le cause genetiche.

La Demenza può comparire anche in giovane età, in forma diversa a seconda delle cause, fra cui: traumi cerebrali, problemi medici (ad es. Demenza tumorale, causata da tumori o sclerosi multipla), infezioni (ad es. HIV), uso/abuso di sostanze (ad es. alcol), cause neurologiche, endocrine, metaboliche e/o a una combinazione di più fattori.

Le varie forme di Demenza in genere si manifestano con:

  • perdita della memoria a breve termine e/o della capacità di acquisire nuove informazioni;
  • perdita dell'abilità del linguaggio (Afasia);
  • incapacità di eseguire movimenti volontari (Aprassia);
  • incapacità di riconoscere gli oggetti (Agnosia), ma anche i propri parenti e persino se stessi;
  • ansia, instabilità emotiva e dell'umore, sul piano psicologico.

Le persone possono perdersi anche vicino a casa, possono avere disturbi del sonno, non riuscire a fare cose che prima facevano in modo automatico (vestirsi, cucinare ecc.). Possono non riconoscere più le regole e le convenzioni sociali, avere comportamenti strani o inopportuni e trascurare l'igiene personale.

Fra le più forme di Demenza, troviamo: